Walking with dinosaurs. Using VR and AR in education

Passeggiare con i dinosauri: VR e AR nell’istruzione

Le tecnologie immersive, come la realtà virtuale (VR) e la realtà aumentata (AR), offrono modalità più attuali per coinvolgere la “generazione degli smartphone” e plasmare la forza lavoro del futuro.

 

Le tecnologie immersive, come la realtà virtuale (VR) e la realtà aumentata (AR), svolgono un ruolo sempre più centrale nella nostra vita lavorativa. La loro adozione sta cambiando l’approccio al lavoro in tutti i settori, dalla sanità all’edilizia, creando spazi virtuali di collaborazione in cui operare in team, ovunque ci si trovi fisicamente.

Derivate dalla tecnologia dei video game, AR e VR sono divenute anche strumenti per interagire con le generazioni cresciute con gli smartphone e fornire loro formazione, modellando la forza lavoro del futuro.

È un tipo di formazione innovativa. Un insegnante infatti avrebbe difficoltà a far accettare come reali esperienze al di fuori della norma, mentre le tecnologie immersive riescono a farlo. Invece di leggere un libro di testo sui dinosauri, gli studenti possono passeggiare accanto a loro. Possono raggiungere il fondo di un oceano, provare a vivere in un’antica civiltà e visitare l’edificio più alto del mondo, il tutto senza mai lasciare l’aula.

Il gioco dell’apprendimento

Trasformare l’apprendimento in gioco ha reso lo studio più divertente. Una ricerca condotta da Lenovo mostra che quasi tutti gli insegnanti (94%) nel Regno Unito ritengono che la realtà virtuale porterà benefici in aula. Circa la metà (42%) prevede che sarà di uso comune nei prossimi cinque anni.

Quanto più aumenterà il ricorso a queste tecnologie immersive, tanto più diventeranno essenziali per incrementare le competenze digitali della forza lavoro di domani.

La realtà virtuale è attualmente la tecnologia più immersiva. Gli utenti entrano in una realtà simulata indossando un visore VR, come Lenovo Virtual Reality Classroom. Presentato quest’anno, è il primo visore VR autonomo al mondo. Viene fornito con i contenuti esclusivi e i tour di realtà virtuale di Google Esplorazioni. La gita scolastica così diventa virtuale e offre un modo realistico di visitare luoghi altrimenti impossibili da raggiungere perché troppo lontani, pericolosi o economicamente inaccessibili.

Sebbene meno immersiva, anche la realtà aumentata (AR) rende le lezioni più interattive. Le app di realtà aumentata aggiungono immagini e video generati al computer a un ambiente reale. Questi contenuti sono attivati da un segnale – come un movimento, un oggetto o un codice a barre – e vengono visualizzati attraverso dispositivi mobili o smartglass (occhiali intelligenti).

Così, con un libro di testo abilitato alla realtà aumentata e utilizzando un tablet o uno smartphone, gli studenti possono scorrere un’immagine e avviare la riproduzione di un video, ad esempio il filmato di una dissezione in un libro di biologia. Questi contenuti multimediali ampliati catturano l’attenzione degli studenti, migliorano la loro comprensione di eventi complessi e offrono un punto di vista diverso e innovativo, motivandoli di più a istruirsi.

La quarta ondata delle tecnologie di consumo

Insieme, realtà aumentata e realtà virtuale rappresentano la quarta ondata delle tecnologie di consumo, secondo i consulenti di Digi-CapitalTM.

In base alle previsioni di Digi-CapitalTM, in vari settori e istituti scolastici si registrerà un rapido incremento nell’adozione di tecnologie mobili di realtà aumentata, grazie all’ubiquità dei dispositivi mobili e al basso costo delle app di AR.

Si prevede una base installata di tre miliardi e mezzo di tecnologie AR mobili e smartglass entro il 2022, rispetto a una base installata di 50-60 milioni per le soluzioni di VR. E questo è solo l’inizio di quanto si potrà ottenere nel tempo.

Risoluzione dei problemi virtuale

La crescente affermazione della realtà aumentata e virtuale deriva dal fatto che si tratta di tecnologie che promuovono l’empatia. Semplificano infatti la comprensione reciproca e migliorano la collaborazione tra varie combinazioni di persone.

L’importanza dell’empatia si estende dall’aula alla sala riunioni. Le tecnologie di realtà aumentata e virtuale vengono al momento utilizzate per creare mondi virtuali che simulano le complesse situazioni lavorative di ogni giorno. Oggi, i leader che operano nel settore dell’istruzione o in ambito aziendale possono esercitarsi a gestire il personale e sviluppare le loro capacità relazionali in un mondo virtuale prima di cimentarsi in quello reale.