Holiday on ice?
 

Feste di Natale alle porte?

Le tecnologie al centro delle strategie Lenovo e il suo impegno a supportare le aziende e i loro dipendenti, l’ascesa del digitale e dell’intelligenza artificiale nell’impresa per offrire più vantaggi in termini di produttività ed efficienza, l’azienda “sempre operativa” che diventa realtà, rende noto Stuart Constable. Fabbriche che continuano a produrre durante le festività natalizie, connettività mobile sempre e ovunque, perché le persone possano continuare a lavorare, processi di back office che non si fermano mai…

 

Esiste ancora la possibilità che le festività rallentino le attività commerciali?

 

In passato, la maggior parte delle aziende chiudeva durante il periodo natalizio. I PC venivano spenti, gli uffici venivano chiusi, le linee di produzione si fermavano. Con l’ascesa dell’azienda “sempre operativa”, la situazione oggi appare ben diversa.

Questo è dovuto in parte alla continua evoluzione della tecnologia digitale, in particolare riguardo alle soluzioni di mobilità della forza lavoro, all’automazione e all’intelligenza artificiale, che aiutano le aziende a raggiungere nuovi livelli di produttività ed efficienza, per tutto l’anno.

Mentre un tempo il massimo della mobilità della forza lavoro consisteva nel portarsi a casa il notebook, oggi le connessioni ad alta velocità e le attività basate sul cloud offrono la possibilità di gestire intere linee di business lontano dall’ufficio.

In effetti, la connettività è una delle tre funzionalità chiave che Lenovo considera essenziale se il personale deve essere in grado di lavorare in modo efficiente ovunque e in qualsiasi momento. Per questo motivo, continuiamo a impegnare risorse sostanziali per garantire che le nostre soluzioni restino all’avanguardia in termini di connettività, prestazioni e flessibilità.

 

Connettività: porte, Wi-Fi, tecnologia 4G integrata

Produttività: potenza di elaborazione, memoria, prestazioni

Flessibilità: modalità di utilizzo e formati diversificati per ogni ambiente

 

Naturalmente, questo livello di libertà porta con sé alcune responsabilità: evitare lo stress e l’esaurimento dei dipendenti, rispettare le stravaganti leggi locali sull’occupazione. In Francia, ad esempio, le aziende con oltre 50 dipendenti sono soggette a rigide sanzioni se i manager inviano continuamente e-mail ai dipendenti al di fuori dell’orario d’ufficio concordato1.

Nel complesso, tuttavia, apprezziamo il modo in cui questo tipo di tecnologia ci rende la vita più facile. La tecnologia più stimolante è l’intelligenza artificiale, che può eliminare attività laboriose e portare straordinari livelli di automazione.

Oggi, ad esempio, è possibile integrare l’ultima tecnologia di riconoscimento delle immagini con un software per flussi di lavoro per ordinare automaticamente i file in base al contenuto, archiviare i contatti, inviare le spese e addirittura svolgere complesse attività di ricerca e sostituzione. Ed è una tendenza apprezzata dai più.

Quasi due terzi dei dipendenti in un recente sondaggio nel Regno Unito2 hanno affermato che sarebbero felici di affidare a una macchina compiti come la redazione dei verbali delle riunioni e la revisione di lunghi documenti.

Altrove, a livello gestionale, l’intelligenza artificiale sta rendendo possibili nuovi dashboard di analisi predittiva, ad esempio il servizio di gestione progetti Hive, che sfrutta l’apprendimento automatico per indicare i casi in cui i team devono svolgere troppe attività, hanno personale insufficiente o mancano di precisione nello stimare i tempi dei progetti.

Ma è nella produzione che l’intelligenza artificiale brilla davvero per l’azienda “sempre operativa”.

Ad esempio, nella manutenzione predittiva. I sensori monitorano le condizioni delle apparecchiature in modo che la manutenzione avvenga secondo le necessità anziché in base a tempi di manutenzione programmati, riducendo al minimo le interruzioni. Le macchine possono persino ordinare le proprie parti di ricambio e programmare l’intervento dei tecnici quando necessario, mentre è possibile usare algoritmi per prevedere i futuri guasti delle apparecchiature.

I risultati sono piuttosto interessanti. La società di McKinsey3 ha riscontrato che la manutenzione predittiva migliorata con l’intelligenza artificiale può ridurre i costi di manutenzione annuali del 10%, i tempi di fermo fino al 20% e i costi di ispezione del 25%.

L’intelligenza artificiale cresce anche in ambito domestico, ad esempio con l’Assistente Google.

L’investimento di Google nell’intelligenza artificiale sta trasformando le capacità del suo assistente portandole oltre ad attività come ricerca di ricette, gestione dell’aria condizionata e creazione di playlist musicali. Attualmente in fase di sperimentazione, la sua tecnologia Duplex fornirà all’assistente capacità di interazione umana4 , ideali, ad esempio, per chiamare il parrucchiere per un appuntamento.

Viviamo in un’epoca di grandi cambiamenti e Lenovo sa di essere al centro.

 

1)Nuova legge francese vieta l’invio di e-mail dopo l’orario di lavoro, 1o gennaio 2017

http://fortune.com/2017/01/01/french-right-to-disconnect-law/

2) Ricerca commissionata da ABBYY Software, 20 giugno 2018

https://www.abbyy.com/en-gb/news/two-thirds-of-uk-employees-want-to-del…

3) Oltre la frontiera: come applicare l’intelligenza artificiale per l’impatto, 1o giugno 2018

https://www.mckinsey.com/~/media/mckinsey/business%20functions/mckinsey…

%20how%20to%20apply%20ai%20for%20impact/crossing-the-frontier-collection.ashx

4) Google Duplex: Un sistema di intelligenza artificiale per svolgere attività concrete al telefono

https://ai.googleblog.com/2018/05/duplex-ai-system-for-natural-conversa…